Skyward partecipa a #aTuPerTu

Ciao ragazzi,

volevamo comunicarvi che ci saremo anche noi domani al Solarium, in Sede Leonardo del Politecnico di Milano, per partecipare all’evento #aTuPerTu organizzato da Svoltastudenti per far conoscere alle nuove matricole e a tutti gli studenti del Politecnico le associazioni studentesche che sono attive in ateneo. Se volete venire a salutarci, a chiederci quello che volete, noi vi aspettiamo con un bel po’ di esempi di quello che facciamo, sperando che qualcuno di voi voglia unirsi alla nostra avventura.

Vi aspettiamo!

Skyward to #aTuperTu event

Hello everyone!

This news to let you know that tomorrow we’re going to #aTuperTu event organized by Svoltastudenti in Leonardo, Solarium, to let all the Polimi’s newcomers and students know the university student associations. If you want to come and say hello to the skywarders, to ask whatever you want about our projects and see few examples of what we do, we’re waiting for you with the hope the some of you will try to join our passion and dreams.

See you tomorrow!

Next recruitment day

With the new academic year also Skyward’s activities restart, the target is to build Rocksanne 2X.

The firs recruitment day was this Saturday, next will be Saturday 25th October, in Leonardo, room S1.3. The interviews are starting at 9:00Am except for ELS that is starting at 10:00 AM.

If you think you can help us run to propose your profile. Mark rate is not important, what matters is the personal behaviour, the will to do something important. We’re waiting for you and we hope to meet lots of you that have the human charisma to drive #R2X to the fulfilment of its targets.

Set your time slot for your interviews filling this form.

Prossime selezioni

 

Riparte l’anno accademico e con esso anche le attività di Skyward, obiettivo Rocksanne 2X. Come ogni anno Skyward cerca volenterosi studenti che vogliano mettersi in gioco in un’esperienza straordinaria che coadiuva le lezioni del Politecnico con eccitante attività pratica.

Le prime selezioni di quest’anno si sono tenute questo sabato, le prossime si terranno Sabato 25.10.2014 presso la sede di Leonardo, aula S1.3. I colloqui inizieranno alle 9:00 per tutti i dipartimenti tranne che per ELS, per il quale inizieranno alle 10.00.

Se pensi di poter dare una mano sottoponici la tua candidatura: non contano i voti, o la media, conta l’attitudine, la disponibilità e la voglia di fare. Vi aspettiamo e ci auguriamo di incontrare tanti di voi pronti a far volare #R2X verso i suoi obiettivi.

Potete prenotare la fascia oraria del vostro colloquio in questo form.

Skywarders farewell

Skyward gifts tons of emotions.
The true emotions, the ones that arise when time, passions, rage and joy are weekly shared together with amazing people that love your same dreams.
The moment of changing arrives at the end. You have to move on, but in Skyward, perhaps, you can do it lighter, maybe because you know that you’ve written slices of an important story.
People change, Skyward stays.

 

Gabriele Guida – Head of Recovery Systems

Even if it might seem obvious, I would like to thank everyone who has contributed making Skyward what it is today and also all those who have helped me on a personal level in making this experience a unique one, both from a social and professional point of view.

I wish the very best for the continuation of the activities, knowing very well that this association is capable of great things.

I will always be there to support you guys. I hope that you demonstrate what one can do with enthusiasm, passion, willpower, and a little bit of luck.

A big hug to all those who worked with me in the Recovery System, to presidency of Ruben Di Battista and Luca di Pancrazio, and to the dreamer who started this marvelous fire, Giovanni Pandolfi.

Enjoy

Umberto Saetti – Head of Computational Rocket Dynamics

Hi guys,

as previously anticipated, in August I will start my Master’s degree in the US. That means my time in Skyward is coming to an end. I therefore resign from my role of CRD Department Lead, hoping I will be allowed to be a member of the association. In the next future I will engage to fulfill my duties and to transmit all my work to the association.

Skyward have been one of the first thing in my life I really put all my effort in. This is probably because of the strong collective motivation that we share. A motivation that has is origin in a great man to whom I owe the biggest thank you: Giovanni Pandolfi. As one of my collegues stated: “Gio has really made his dream everybody’s dream”. I couldn’t have said it better.

Another person I am very thankful to is Aureliano Rivolta, for the patience he had with me, for having contained my too strong enthusiasm at times and for having believed in me. He is not just my mentor but a dear friend too.

The growing responsibilities, the deadlines, managing a team and the constant philosophy of “failure is not an option” have helped me growing both professionally and as a person. Which is why I would suggest Skyward to anyone. Might sound a bit generalistic but in life you usually give 10 and take 1. And it is always worth it but can get kind of frustrating at times. In the opposite way Skyward is one of the things to which you give 10 and take 10 and that is why I do hope that it could give the same which has given to me.

Watching the rocket, being a metaphor for our commitment throughout the years and the long hours we have worked, leaving the ramp and climbing the sky at 500 kmh into that gorgeous sound was a breathtaking emotion. One of the strongest I have ever experienced. I have to admit that it was difficult to hold back the tears, especially when the main parachute opened.

Besides the good friendships that that will eventually grow inside a group, I really was surprised by those relationships based on the common suffering and joy throughout the path toward the same goal. I think the right word for it is camaraderie and I wish every one of you could experience it.

I will always remember the comic trips to Roccaraso with my fellows Gabri, Anto and Ruggè, spent talking about the beautiful C. Sterpos; or the Mathwork classes with Darione, Pela, Hocci and all the other “catafratti”. I will never forget about Gigi, that all the times he sees me he goes “Hey old fellow, is the rocket stable or not?”, or about Fede Rovere which would always come by me with a big smile saying what could be translated in “We are bloody stable!”, usually referring to the dynamic stability of the rocket but sometimes to ourselves after a couple of drinks. Many other great people like “trouble solver” Jonni, “mad boss” Armà, “deep web” Polino or Ruben will always be in mind.

And especially to the last one of them, I would like to dedicate my last tank you and a good luck for the future. I strongly believe he will be able to get Skyward even higher of where it is now.

About quitting, it feels like getting to the end of great a two year long movie which started just one hour and a half ago. But its time for a new movie with a similar plot and different actors to start and I wish you all can enjoy it as much as I enjoyed the first one.

As they say “the important thing is not to impress but being remembered”, so I really do hope I was able to leave a trace during my stay and to heve transmitted to you a little of my enthusiasm.

Goodbye my friends, thank you for having given my one of the best experiences of my life. I will always care about Skyward.

Umbi

At the end we can say that being a skywarder is a state of mind. Cheers, guys!

L’addio degli skywarders

In Skyward le emozioni non mancano mai.
Le emozioni vere, quelle che inevitabilmente nascono se condividi tempo, passioni, rabbia e gioia ogni settimana, di ogni mese insieme a delle persone stupende che condividono i tuoi sogni.

Arriva sempre quel momento in cui bisogna voltare pagina, ma in Skyward, forse, lo si fa con il cuore un po’ più leggero, perchè di pagine impresse ne rimangono sempre.
Le persone cambiano, Skyward resta.

 

Gabriele Guida – Ex Capodipartimento di Recovery Systems

Buonasera,

con la presente comunico le mie intenzioni di dimettermi dall’associazione.

Può sembrare scontato, ma è doveroso fare un ringraziamento a tutti quelli che hanno contribuito a rendere Skyward ciò che è adesso e a tutti quelli che a livello personale hanno aiutato a rendere questa esperienza unica, sia dal punto di vista professionale che umano.

Faccio il mio più grande in bocca al lupo per il prosieguo delle attività, consapevole del fatto che quest’associazione è capace di grandi cose.

Farò sempre il tifo per voi. Fate vedere quello che si può fare con l’entusiasmo, la passione, la forza di volontà, e un pizzico di fortuna.

Un abbraccio caloroso al quello che è stato il mio gruppo di lavoro al sistema di recupero, alla presidenza Ruben Di Battista e Luca Di Pancrazio, e al sognatore che più di tutti ha acceso questa meravigliosa fiamma Giovanni Pandolfi.

 

Umberto Saetti – Ex Capodipartimento di Computational Rocket Dynamics

Ciao ragazzi,

come anticipato, da Agosto proseguirò gli studi negli Stati Uniti. Il mio tempo in Skyward, almeno da membro attivo, sta quindi per finire. Rassegno dunque le dimissioni da capo dipartimento pur rimanendo membro dell’associazione se mi sarà consentito. Mi impegnerò nel prossimo futuro a portare a termine gli impegni presi e a trasmettere il mio lavoro all’associazione.

Skyward è una delle prime cose in cui ho messo sempre tutto l’impegno possibile, il che è sicuramente frutto della forte motivazione collettiva che ci caratterizza. Motivazione che trae però le origini da una persona in particolare, un grande uomo, alla quale devo il mio ringraziamento più grande: Giovanni Pandolfi. Come riassunto perfettamente dalle parole di un nostro collega, Gio ha veramente reso il suo sogno il sogno di tutti. E dovremmo tutti essergliene grati.

Un altro profondo ringraziamento va ad Aureliano per la pazienza mostrata, per avere contenuto il mio entusiasmo in certe occasioni e per aver creduto in me. Posso dire sia a tutti gli effetti il mio mentore, oltre che un caro amico.

Le crescenti responsabilità, le deadline, il gestire un team e la filosofia “failure is not an option” mi hanno aiutato a crescere sia professionalmente che come persona. Per questo consiglierei questa esperienza a chiunque. Di solito nella vita se si da 10, si riceve 1. E per quanto valga sempre la pena di dare, spesso è frustrante ricevere poco. Skyward invece è una di quelle cose per cui se dai 10 ti restituisce 10 e mi auguro quindi che possa dare a voi tutto quello che ha dato a me.

Vedere il razzo, o meglio, l’impegno e la dedizione, le ore di sonno perse e gli anni di lavoro staccarsi dalla rampa e salire in cielo 500 all’ora in quel magnifico rumore è un’emozione unica, una delle più forti che abbia mai provato. Confesso che a tutti e tre i lanci è stato difficile trattenere le lacrime. Quando si è aperto il main e tutti hanno esultato poi…

Oltre alle belle amicizie che si creano inesorabilmente quando si fa parte di un gruppo, mi hanno stupito quei legami che si formano quando si soffre e si vince tutti insieme per uno stesso scopo. Uno spirito di comunione basato sul rispetto delle capacità e del lavoro reciproci. Un po’ come quando si è in guerra. Se non è amicizia beh, è sicuramente qualcosa di equivalente e altrettanto bella e mi auguro tutti voi possiate provarla.

Ricorderò per sempre i viaggi passati a parlare della Sterpòs, che più che viaggi erano comiche, con Gabri, Anto eRuggè, alla ricerca di pezzi del paracadute in giro per la Pianura Padana o in rotta verso Roccaraso. O i corsi di MathWorks a Torino con Darione, Pela, Hocci e tutti gli altri Catafratti. Non mi dimenticherò mai di Gigggi che tutte le volte che mi vede mi chiede “Diobò Vez, allora siamo Stabili??” o del buon Fede Rovere che si avvicina con un sorriso a 243 denti e mi dice imitando un accento emiliano “#DiobòSiamoStabili!!”. E si, lui riesce effettivamente a parlare con gli hashtag. O della compostezza e diplomazia di Jonni che riesce sempre a risolvere tutte le situazioni. O di tutte le volte che il mitico Armà ha detto quello che ormai è un classico: “Dai ragazzi, nun se pò lavorà così però. Porca *****” (o affini). O ancora di tutti i discorsi sul deepweb e i bitcoin con Mr. Polino, per non citare i momenti di problem solving estremo con Ruben e le caramelle frizzanti che puntualmente sbagliamo a comprare in Autogrill.

E proprio a Ru, compagno di mille avventure e di codice, vorrei dedicare un ultimo ringraziamento personale. Sono convinto riuscirai a portare Skyward ancora più in alto di quanto non sia ora.

Fa un po’ strano lasciare. Sembra di essere arrivati alla fine di un film di due anni, iniziato solo un’ora e mezza fa, che racconta di un’impresa pazzesca di un gruppo di persone. Quel gruppo che ormai però sta cambiando e pare quasi, a me almeno, di essere giunti alla fine di un era. Ma la fine di un ciclo è solo l’inizio di un altro, di altri individui motivati e capaci pronti a ripercorrere con la beata ingenuità di chi inizia, le stesse emozioni e storie. E auguro a queste persone di assaporare e vivere appieno ognuno di questi momenti.

A Skyward vorrò bene per sempre e proprio perché sento che non sarebbe ancora il momento di andare, mi rimarrà per sempre dentro. Come qualcuno mi disse, l’importante non è stupire, ma farsi ricordare. Spero quindi di aver lasciato almeno una piccola traccia durante il mio passaggio e aver trasmesso un po’ del mio entusiasmo. Arrivederci amici, mi avete regalato una delle cose più belle della mia vita.

Umbi

 

Che poi è come se fosse solo un arrivederci. Si rimane skywarders per sempre. Ciao ragazzi!

September Graduations

It’s always a matter of pride being here to write about some of our members reaching the amazing time of graduation.
Even in September some skywarders have been awarded for their study efforts here in Politecnico di Milano. Congratulations to:

  • Gabriele Consiglio
  • Matteo Franceschini
  • Edoardo Codispoti
  • Gabriele Guida
  • Davide Cattarozzi

and to their families. We hope to be able to write more and more of this kind of news because we’re confident about the human and scientific skills our members have.

Lauree di Settembre

Anche a Settembre i palchi e le aule del Politecnico di Milano si sono tinti di arancione e blu.
E’ sempre un orgoglio stare qui a scrivere dei risultati dei nostri membri che, nonostante debbano condurre un progetto complesso e impegnativo come quello di Skyward, riescono a laurearsi brillantemente e a portare in alto, così, il nome dell’Associazione.

Congratulazioni, dunque, a:

  • Gabriele Consiglio
  • Matteo Franceschini
  • Edoardo Codispoti
  • Gabriele Guida
  • Davide Cattarozzi

e alle loro famiglie.

Confidiamo di poter scrivere articoli e omaggi di questo tipo ancora per anni consci di avere tra le nostre fila grandi menti e grandi uomini.