IMG_3591

Test a trazione per il paracadute di Rocksanne I-X

Nei giorni precedenti al lancio di Giugno 2014 di Rocksanne I-X il team di Recovery Systems aveva lavorato continuamente per verificare tutte le modifiche apportate al sistema di espulsione e sgancio del paracadute affinchè si risolvesse il problema che avevamo riscontrato nel lancio di Novembre 2013.

Lo scopo principale delle prove era di verificare la resistenza dei materiali impiegati nella realizzazione del paracadute. I dati raccolti sono stati analizzati nei pressi dei laboratori sperimentali C1 del Politecnico di Milano.

In particolare si è ricercato il modulo di Young, sforzo a rottura e allungamento a rottura delle seguenti tipologie di provini: il primo in kevlar, nella configurazione utilizzata per realizzare i cordini del paracadute principale (main); il secondo in nylon tubolare, utilizzato per realizzare le shock cord; l’ultimo, ancora in nylon tubolare, nella configurazione di collegamento tra la borsa di contenimento del paracadute principale e il paracadute drogue.

I risultati ottenuti, come previsto, hanno evidenziato delle proprietà meccaniche maggiori dei carichi previsti in fase di lancio con sufficiente margine di sicurezza. Di seguito riportiamo una tabella con i dati ricavati dalle prove.

Dati sperimentali di stress sui cordini dei paracadute di R I-X
MaterialeCarico previsto [N]Carico a rottura [N]Coefficiente di sicurezzaModulo di Young [N/mm]Allungamento a rottura [mm]
Cordino in Kevlar 1285214.07628.6
Nylon Tubolare (Paracadute Principale) 2060 7222 3.5116340.2
Nylon Tubolare (Paracadute Drogue) 627873231.1718038.7

#RockinRelators

Incontro Skyward team con gli studenti PoliMi #RockingRelators

Skyward Experimental Rocketry è una giovane associazione formata da studenti  per studenti, con una passione in comune: quella di conquistare lo spazio. Per continuare a mantenere il nostro spirito  di squadra  e il nostro ritmo di lavoro alto,  è necessaria la formazione dei nostri nuovi membri. A tal proposito, entrano in gioco i nostri studenti oramai esperti e i nostri alumni. È un dovere dunque se non un grandissimo piacere, poter far vedere quali siano il nostro lavoro e le nostre attività a tutti i ragazzi di qualsiasi facoltà del Politecnico di  Milano.

Il 21.10.14 abbiamo dunque presentato la nostra associazione alle giovani matricole delle facoltà di Ingegneria Meccanica ed Energetica del PoliMi. L’incontro, durato poco più di mezzora, ha permesso un confronto diretto fra chi in Skyward lavora già da molto tempo e chi in futuro spera di poterne far parte.

Sono stati esposti il gruppo e i team di lavoro al Programma Rocksanne, presentando il video dei lanci del missile R-1X. Si è descritto il lavoro del Dipartimento di Strutture e Materiali Compositi, per loro quello di maggior interesse.

Inoltre abbiamo presentato ai ragazzi i loro potenziali impieghi all’interno del progetto, descrivendo e spiegando effettivamente la vasta applicazione (nei vari dipartimenti dell’associazione) del corso di studi che hanno scelto. Abbiamo sentito la necessità di far capire a loro che per lavorare ad un progetto così ambizioso come Rocksanne, abbiamo bisogno di studenti con un background molto ampio.

Al termine dell’incontro i ragazzi sono stati sensibilizzati sull’effettiva applicazione dei loro campi di studio all’interno del progetto, facendogli capire che non bisogna limitarsi al solo nome della propria facoltà per lavorare nel campo aerospaziale quanto invece l’effettiva passione e la voglia di ognuno di noi.

Citando l’astronauta italiano Luca Parmitano: “É la passione che ci porta a realizzare i nostri sogni e per lavorare in un campo così vasto, c’è spazio per tutti”.

I ragazzi hanno mostrato interesse verso tutte le attività programmate per il prossimo R-2X. I più interessati ci hanno già contattato e hanno sostenuto il colloquio di ammissione, svoltosi la settimana seguente.

Vogliamo ricordare che siamo sempre disponibili ad accogliervi.

 

philae

Incontra il team del PoliMI che ha lavorato alla missione Rosetta!

Il 12 November 2014 alle 16:03 UTC, Philae ha effettuato il primo #CometLanding della storia dell’uomo atterrando sulla cometa 67P/Comet Churyumov–Gerasimenko. Alla missione hanno lavorato anche membri del Dip. di Scienze e Tecnologie Aerospaziali del Politecnico di Milano.

Al ritorno dal centro di controllo, Martedì 25 Novembre, in aula L05, edificio Forlanini,  a partire dalle 16.15, il team  incontrerà gli studenti in un incontro informale denominato The dramatic #CometLanding: Behind the scene of #Philae.
Verrà presentata l’esperienza a caldo della fantastica avventura dell’accometaggio e ci sarà spazio per le curiosità e le domande del pubblico.

Per meglio focalizzare gli approfondimenti potete segnalare le curiosità e le domande di interesse in questo form.